Petites choses

E’ vero non è una storia, è vero non c’è narrazione ma è segnalata nell’AppStore ( anche se non è scontato sia sinonimo di qualità) ed è apprezzata da siti francesi specializzati, quindi, mi sono detta, evitando fondamentalismi che mi spingono a recensire solo storie, che poteva valere la pena dare uno sguardo all’app-gioco interattiva Petites choses realizzata da Benjamin Gibeaux dello studio C’est Magnifique! (un nome una promessa).
app gioco per nativi digitali, blog recensire i libri per bambiniPoi, vedendola consigliata per bambini piccoli, io sciocca, mi son detta che sarebbe stato tempo sprecato, che tanto avrei trovato l’ennesima app-gioco inutile che avrei risolto in tre minuti, iniziavo già a nutrire una scomposta irritazione!

L’ho scaricata con un bel sano pregiudizio…e, a poco a poco, ho cominciato a rimangiarmi i miei pensieri…

Bellissima grafica, illustrazioni ad acquerello soavi, delicate…ah, ma io non ci casco…non mi si conquista con così poco…avrà anche una bella forma – più che bella, perfetta – ma poi andiamo a vedere se non riserva qualche giochetto sciocco. Furba io, nevvero?

giochi imprevedibili, sorprese, recensione app, nativi digitaliapp gioco per bambini, interattività per piccoliHo dovuto usare il cervello, continuando a pensare per consolarmi…tanto è per bambini piccoli, ma come non ci riesco, non riesco a capire come funzionaaa, come si fa per iniziare???…Per bambini di due anni, mi ripeto, già un po’ nervosa, un po’ tesa.

E quando la apro, o meglio quando capisco il meccanismo di interazione, resto come lo stucco, bocca aperta e secca; mi sento un’idiota.

Io cercavo l’interazione facile, scontata, cercavo il gesto e lo sviluppo banali e non trovavo risposta.

Alla fine, quando sono riuscita a liberare l’uccellino dalla gabbia, per esorcizzare lo stress, gli avrei sparato con una carabina…ma ero tanto tanto felice. E non solo perchè ci ero riuscita ma perchè esistono progetti come Petite choses.

Una città, alti palazzi, finestre, lampioni e un uccellino, chiuso in gabbia, che invita il lettore a liberarlo. Il gioco è questo e si fa poesia, dolcezza, armonia di suoni e colori. La soluzione di sette proposte di interazione fa guadagnare sette chiavi colorate. Ciascuna chiave è associata ad un lucchetto e consentirà alla fine di aprire la gabbia, di dare al povero prigioniero una vita felice, un volo libero nella città e oltre. Interazione mai scontata, estremamente coinvolgente e originale, creata per far ragionare e per insegnare, per far partecipare. auto d'epoca in musica, recensione per ipad, app per le vacanze per ipad
Gioiosi e giocosi il memo dietro alle finestre, i pezzi del pianoforte da ricollocare, il chiasso delle macchine d’epoca che si fa melodia jazz, la giovane donna capricciosa cui offrire fiori. Meglio non svelare altro.

Petites choses fa eco ad una poesia di Jacques Prévert,* suggestiva sebbene, forse, non familiare ai nostri bambini. Sa di primavera, di libertà e di lavoro intelligente; sa delle poesia delle piccole cose.

* Mais voilà l’oiseau-lyre
qui passe dans le ciel
l’enfant le voit
l’enfant l’entend
l’enfant l’appelle:
Sauve-moi
joue avec moi
oiseau!
Alors l’oiseau descend
et joue avec l’enfant

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *